Avvisi

    Presentazione

    Vinchiaturo deve molto del suo sviluppo sociale, edilizio ed economico alla sua splendida posizione geografica (ricordiamo il Passo di Vinchiaturo che separa l'Appennino Centrale da quello Meridionale) che nel corso dei secoli, ha fatto sì, che il suo territorio prima, ed il suo centro abitato poi, fossero sempre attraversati dalle più importanti arterie stradali.

    La Consolare Sannitica, da Ponte Principe sul Tammaro a Termoli, è la prima strada rotabile costruita nel Molise. Decretata il 22 Luglio 1778, allaccia il Tirreno all'Adriatico; ma solo nel 1820 toccava Campobasso e finalmente nel 1845 si poteva andare in carrozza da Termoli a Napoli. Questa strada attraversava ed attraversa l'abitato di cinque soli comuni del Molise: Vinchiaturo, Campobasso, Casacalenda, Larino e Termoli.

    L'Appulo Sannitica, che ha origine al Quadrivio di Monteverde (Vinchiaturo), unisce direttamente il Molise con Lucera e Foggia e fu dichiarata nazionale nel 1860.

    La Strada dei Pentri, così chiamata perché si svolge nel territorio dei Sanniti Pentri, inizia anch'essa dal Quadrivio di Monteverde, in opposizione all'Appulo Sannitica, e termina presso Isernia.

    La Provinciale Sepinese raccorda la Consolare Sannitica con sé stessa, dalla località Via Croce in agro di Vinchiaturo, attraverso il Quadrivio di Monteverde, alla stazione ferroviaria di San Giuliano del Sannio.

    Per quanto riguarda le arterie ferroviarie, il 2 Luglio 1882 venne aperto il tronco Vinchiaturo - Benevento, mentre il 1° Marzo 1883 venne inaugurato il tronco Vinchiaturo - Baranello.

    DISTANZA DAI GRANDI CENTRI URBANI

    da Campobasso, km 11 - da Isernia, km 40 - da Roma, km 220 - da Napoli, km 150 - da Pescara, km 200.

    DATI SUL TERRITORIO

    Superficie totale del Comune: 3545 ha
    Superficie urbana in ha: 81
    Lunghezza strade esterne: 74 km
    Lunghezza strade interne centro abitato: 5 Km

    Pagine Correlate

    0 commenti :

    Posta un commento